| Home Page | Biografia | Progetti "solo" | Il nuovo CD | Fabrizio Tarroni e Serena Bandoli |
| Fabrizio Tarroni e John De Leo | Faxtet | Mr. Quick | Skunk Anansie Tribute | Teatro |
|
photo gallery | Concerti | Discografia | Acquistare un CD | Contatti |Recensioni |








DISCOGRAFIA

NEL CINEMA


PROGETTI


...dedicato a Fabrizio De Andrè

...dedicato a Janis Joplin

...la canzone d'autore Francese


...dedicato a Giorgio Gaber

...HOTEL SODADE...
Viaggio a Capo Verde
Trama per voci e ombre

 

  Il concerto...        
 
...”il sodalizio fra Fabrizio Tarroni e Serena Bandoli ha ormai raggiunto un livello di maturità notevole e un’intesa, un feeling profondi che danno alla loro performance una forza ed una carica d’energia non sempre facile da riscontrare in contesti simili. Il repertorio che propongono nelle loro esibizioni live è un eterogeneo viaggio musicale che va dal jazz al blues, dal soul al rock passando per la musica etnica e la canzone d’autore italiana, tutto costituito da splendide cover interpretate dalla passionale voce della Bandoli e dal personale tocco chitarristico di Tarroni”.

                                            Fabio Ravaglia

 

 


...con Angelo Adamo - armonica.


...showcase allo stand faredollars
in occasione del MEI 2001


...showcase allo stand faredollars
con BRYCHAN

 

 FABRIZIO TARRONI
SERENA BANDOLI
DUO
 

Fabrizio Tarroni e Serena Bandoli si incontrano nel 1990. Entrambi provenienti da esperienze musicali diverse, iniziano la loro attività principalmente nei Club dell’Emilia Romagna. Sia dalla critica che dal pubblico che segue i loro concerti, vengono considerati una delle più importanti realtà musicali della Romagna. Nell’affrontare un repertorio volutamente eclettico, Tarroni riesce a sfruttare le risonanze della sua semi-acustica anche come una vera e propria percussione che, fondendosi alla versatile voce della Bandoli, creano una miscela alquanto personale ritmica, ritmica, armonica e melodica. 
Dalla metà degli anni 90’ il duo si esibisce nei clubs, piazze e teatri con oltre cento concerti all’anno. Numerosi i progetti speciali che diventeranno poi parte integrante del loro rpertorio:
-         1998 per la Cantina Bentivoglio di Bologna sull’opera della cantautrice canadese Joni Mitchell.
-         1999 per la rassegna ravennate MUSICAINGIOCO “Le Diserteur” (dedicato a Boris Vian) assieme alla cantante Paola Fabris, al chitarrista Gabriele Bombardini ed alle voci recitanti di Giovanna Maioli e Franco Costantini.
-         1999 per la stagione estiva del comune di Argenta (FE): “Viaggio attraverso la canzone francese” da J.Brel ad E.Piaf.
-         1999 “Omaggio a Fabrizio De André”, tour estivo in 11 “piazze” della Sicilia.
-    Dal 1995 inizia la loro collaborazione con l’attore Ferruccio Filipazzi in numerosi recital di letteratura e musica. Insieme producono lo spettacolo “Parole d’Amore” per il Sistema Bibliotecario del Trentino Alto Adige (con la partecipazione dll’attrice/danzatrice Marisa Grande).
-      Nel 1999 producono lo spettacolo per bambini “IL BRUTTO ANATROCCOLO” (in collaborazione con Accademia Perduta/Romagna Teatri) con musiche ed arrangiamenti originali a cura dello stesso Tarroni. Lo Spettacolo è stato visto in oltre cento teatri d’Italia durante le stagioni 99’-00’ e 00’-01’.
-    Nel 2001 realizzano per i Teatri di Reggio Emilia, all’interno della Rassegna “Recitar Poetando”, il recital “A l’amour comme à la guerre” (viaggio fra poesia e canzone francese da Prévert a Brel).

Il “duo” fa inoltre parte del gruppo “bluejazzamichevole” dei FAXTET, oltre a numerosi concerti, vengono realizzati diversi progetti discografici per l’etichetta indipendente Faredollars/MobyDick.
-     Nel 94’ esce “BLUE SIESTA”, il primo “lavoro” discografico del Faxtet, presentato durante l’estate ed al “Mohnaghan Jazz and Blues Festival” in Irlanda; nel 95’ esce “FAXTIME” con successivo “Tour” nel 96’ con 15 appuntamenti in numerose città irlandesi, concludendo il “giro” con la partecipazione al prestigioso “GUINNESS JAZZ FESTIVAL” di CORK (Irlanda).
-    Segue nel 97’ il CD “CESCENDO” e nel 2001 il CD “SELAVI’”.
I FAXTET, inoltre, incidono tre Libri/CD per la collana “Carta da Musica” – edizioni MobyDick : “INVEL” (’97) e “INSEN” (’01) s testi del poeta romagnolo Giovanni Nadiani; e “STORIE DI JAZZ” su testi scritti appositamente da Carlo Lucarelli, Giampiero Rigosi e Guido Leotta.

-     Nel 1998, Fabrizio Tarroni e Serena Bandoli, incidono sempre per Faredollars il CD “PASSO”: …si tratta di un percorso fra brani originali ed arrangiamenti di canzoni italiane d’autore (Capossela, De André, Fossati, Tenco, Pagani, Caputo), che vede la partecipazione di musicisti come: Sergio Caputo, Riccardo Tesi, Angelo Adamo, Silvio Zalambani ed infine, il Faxtet al completo.

-      Nella stagione 2000 il "DUO" ha curato le composizione delle musiche  originali dello spettacolo teatrale Il brutto anatroccolo. La musica e la voce teatrante in forma di favola per uno spettacolo dedicato all’infanzia.

-     Nel 2003 sono iniziate le collaborazioni con lo scrittore Pino Cacucci e l'attore Ivano Marescotti.

-     Agosto 2003, la prima del concerto dedicato a Giorgio Gaber.

-     Inverno 2004/2005 parte il viaggio di Hotel Sodade ...
Viaggio a Capo Verde...Trama per voci e ombre

BIOGRAFIE

FABRIZIO TARRONI

SERENA BANDOLI nasce artisticamente nell’85 come autodidatta. Da questo momento collabora con diverse formazioni passando attraverso varie esperienze musicali: dal primo gruppo rock Car Jamming (con cui incide il 45 giri “We schout”), al gruppo Jazz/Fusion Five Opinions, fino all’incontro nel ’90 con il chitarrista Fabrizio Tarroni.
Contemporaneamente collabora a diversi progetti discografici e teatrali:
-         Nel ’94 partecipa alla rassegna “Le vie dei canti” nella produzione di Ravenna Teatro “N’Gonnal” (narrazioni e musiche dei popoli nomadi con musiche originali di Michele Sambin e la regia di Marco Martinelli).
-         Nel ’95 realizza, per la Rassegna “il linguaggio della dea”, il progetto “La presenza di Echo”: canti d’amore per voce sola all’interno dell’installazione scultorea di Donata Papadia.
-         Nel ’98, per “Ravenna Bella di sera”, il concerto “Arte della vece e suoni delle dita” insieme alla violinista albanese Mirela Lico.
-         Nel 2000 insieme al fotografo performer Andrea Bernabini, per la Rassegna “Corposamente”, mette in scena la performance “Indagine Acustico Visiva”.
-         Nel 2001, canta e recita nello spettacolo di Teatro Gioco Vita “La notte di San Donnino” – favola di Giseppe Verdi bambino -, scritto da N.Lusuardi e P.Servillo per la regia di F.Montecchi – musiche e canzoni originali della Piccola Orchestra Avion Travel. Dopo tour italiano, lo spettacolo debutta nell’estate con numerose apparizioni nelle principali città degli U.S.A.
Inoltre, Serena Bandoli, dal ’95 ha intrapreso una ricerca sulla “vocalità” di altre culture, sull’uso della voce e delle sue potenzialità attraverso una intensa attività didattica.

 


FABRIZIO

SERENA

 
C'ERAVAMO ANCHE NOI 1


HOME      MENU


Visione consigliata a 800 x 600 dpi
© 2005 Fabrizio Tarroni